MUSICA DAL VIVO ED EVENTI MUSICALI NEI BAR, RISTORANTI PUB A VENEZIA – Procedura amministrativa e autorizzazione in deroga ai limiti acustici



 

Con l’inizio della bella stagione i pubblici esercizi (bar, ristoranti, pub, ecc) molto spesso organizzano eventi musicali all’interno o all’esterno del proprio locale per l’esecuzione di concertini, dj set o musica dal vivo.

Il comune di Venezia ha disciplinato in un apposito regolamento (vigente da marzo 2015) le modalità di rilascio dei permessi legati all’inquinamento acustico. In un contesto come quello veneziano è molto facile eccedere i limiti di legge legati all’inquinamento acustico e lo strumento che permette di derogare a tali limiti, a determinate condizioni, è  l’Autorizzazione in deroga ai limiti acustici per attività temporanea manifestazione – eventi.

Ma procediamo con ordine.Autorizzazione in deroga ai limiti acustici per attività temporanea manifestazione – eventi

Il titolare dell’esercizio che volesse organizzare degli eventi nel proprio locale, sentito il SUAP di Venezia, dovrà procedere con la presentazione, mediante apposita modulistica, di una SCIA per piccoli trattenimenti o spettacoli senza ballo nelle aree esterne di pertinenza del pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande (che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio e con un numero di partecipanti non superiore a 200).

Link per la consultazione dei procedimenti : http://suap.impresainungiorno.gov.it/foinfo/info/navigation?execution=e2s1

Vengono richiesti i seguenti allegati:

  1. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi dell’art. 8, comma 5, della L.447/1995, tenuto conto di quanto stabilito dai regolamenti comunali e dalle Leggi nazionali, nonché dalla delibera del Direttore Generale ARPAV n. 3 del 28.01.2008.
  2. Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico a firma di un tecnico abilitato nell’ambito delle proprie competenze (D.M. 22 gennaio 2008 n. 37) – (da consegnare a lavoro eseguito, prima dell’inizio dell’evento) Allegato obbligatorio.
  3. Copia del permesso di soggiorno in corso di validità, (se il permesso scade entro 30 giorni, anche copia della ricevuta della richiesta di rinnovo).
  4. Documentazione Previsionale di Impatto Acustico (D.P.I.A.) redatta da un tecnico abilitato in acustica ambientale secondo le modalità stabilite nella delibera del Direttore Generale ARPAV n. 3 del 28.01.2008.

Con riferimento all’allegato 4, nel caso di superamento dei limiti di legge vigenti in materia di inquinamento acustico, è necessario ottenere la già citata autorizzazione in deroga rilasciata dall’ufficio ambiente del comune di Venezia, dietro presentazione dell’istanza accompagnata da idonea documentazione previsionale di impatto acustico. L’ufficio ambiente informerà formalmente la polizia municipale circa il calendario degli eventi con l’invio della copia dell’autorizzazione rilasciata.

Una volta ottenuto il numero di protocollo dell’atto formale sarà possibile procedere con la compilazione della modulistica e con la presentazione al SUAP in via telematica.

La valutazione circa il superamento dei limiti di legge e l’iter della richiesta per l’autorizzazione in deroga ai limiti acustici è a carico del Tecnico Competente in Acustica Ambientale incaricato dall’esercente.

L’autorizzazione in deroga è uno strumento che tutela sia l’esercente nello svolgimento di eventi musicali, concerti live o dj set e allo stesso tempo tutela i residenti in quanto l’esecuzione degli eventi è in ogni caso regolamentata.

Lo studio Omniacustica di Denise Borsoi è in grado di fornire tempistiche certe circa la conclusione dell’iter burocratico per l’avvio della procedura e l’ottenimento dell’autorizzazione in deroga in tempi rapidi.

Contattaci!